Radio Onda Italiana – Amsterdam

Martedì 6 marzo 2018 alle ore 21.00 verrà trasmessa l’intervista realizzata da Tatjana Todorovic a Tomaso Marcolla in occasione della mostra a Breda (Olanda) –  “Graphic Matters 2017 – Speak Up”.

L’intervista si può ascoltare su internet al link: https://www.salto.nl/stadsfm

Radio Onda Italiana
È l’unica radio italiana in Olanda e si riceve ad Amsterdam e dintorni nonché in tutto il mondo via Internet.
Radio Onda Italiana offre dal 1993 ben 3 ore settimanali di trasmissione con informazioni sull’Italia, l’arte, la musica, la cultura, la politica e l’enogastronomia, con interviste e reportage su diversi eventi culturali in Italia e in Olanda.

Trump’s medicine, 2017, fotografia, cm 50×70. Concorso internazionale”Graphic Matters 2017 – Speak Up”. Poster selezionato tra i 60 vincitori

 

“Sabbath Bloody Sabbath”

In occasione della presentazione della nuova birra “Sabbath Bloody Sabbath” del birrificio artigianale Km8, dieci artisti hanno decorato dieci bottiglie “Magum” interpretando “Sabbath Bloody Sabbath” in maniera personale ed unica.

Questa nuova birra si chiama infatti Sabbath Bloody Sabbath, mantenendo lo stile di Km8 di nominare le proprie produzioni con il titolo di una canzone rock. Il nome richiama anche il magico rituale che nasce dall’unione tra il nero della porter ed il “sangue” del Teroldego.

Il filo di ferro arrugginito delle vecchie vigne di Teroldego, il volo di due pipistrelli ed il sangue che cola sulla bottiglia. Ecco gli elementi presenti nel “Magnum” interpretato da Tomaso Marcolla.

Sabbath Bloody Sabbath verrà presentata ufficialmente domenica 4 febbraio alle 12 sul palco di Solobirra all’interno ExpoRivaHotel a Riva del Garda.

Link   Trentinobirra

Il “Magnum” di Tomaso Marcolla

Art Action Day – The walls of Donald Trump

Tomaso Marcolla partecipa ad “Art Action Day” organizzata dall’associazione “The Federation”, una coalizione di individui e organizzazioni impegnate a mantenere aperti i confini culturali.

20 gennaio 2018

“I muri di Donald Trump – The walls of Donald Trump”
Nelle immagini di  Donald Trump, realizzate da Tomaso Marcolla il tema è quello della visione della libertà e l’intenzione del Presidente USA di chiudere i confini ai migranti (mattoni, filo spinato…)

Art Is Essential To Democracy
Sing. Scream. Dance. Laugh. Celebrate #ArtActionDay – Jan 20 – and let’s show the world
#ArtUnitesUs
#CultureKeepsBordersOpen
#TheFederation
wearethefederation.org

https://www.facebook.com/WeFederation/

https://wearethefederation.org/

One for all, all for one!

Uno per tutti, tutti per uno!


L’associazione “Poster for tomorrow” di Parigi, con il supporto dell’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (OHCHR) e il Municipio di Parigi, ha invitato 100 designer a creare un poster per celebrare il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ed aumentarne la consapevolezza e la rilevanza in un momento critico nella storia dell’umanità.
Tutti i poster saranno inclusi in un database indicizzato, ricercabile ed utilizzabile gratuitamente per scopi di beneficenza.
Il poster di Tomaso Marcolla rappresenta un pesce, precisamente un Salmerino, avvolto in un foglio di carta su cui è stampata la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nella versione originale del 1948. È un uso improprio, non è utilizzata per il suo scopo e cioè di sancire i diritti umani. Questo per significare che non vi è ancora un pieno rispetto dei diritti per tutti ed in molti casi la Dichiarazione è carta straccia.
Il Municipio di Parigi, l’OHCHR e il Ministero degli esteri francese organizzerà un’esposizione di 26 manifesti selezionati fra i 100.

Parigi – Tour Saint Jacques
5 dicembre 2017 – 4 gennaio 2018
https://quefaire.paris.fr

Cartastraccia, 2017, fotografia, cm 70×100 Poster progettato su invito per l’associazione parigina “Poster for tomorrow” in occasione del 70 ° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

1917-2017

1917-2017 è un progetto creativo ideato dal curatore russo Serge Serov.
Alla fine del 2016 sono stati invitati designer da tutto il mondo con la proposta di esprimersi attraverso il manifesto sul tema della rivoluzione russa di 100 anni fa.
Il progetto è stato realizzato dalla Biennale Internazionale di Mosca “Golden Bee 13”. Su invito, designer di 30 paesi hanno partecipato al progetto che ha registrato più di 1.500 opere.
La mostra di 80 opere selezionate sarà inaugurata a Praga il 20 ottobre 2017 presso DOX – Centre for Contemporary Art.

DOX PRAGUE, a. s.
Poupetova 793/1, Prague 7, 170 00
www.dox.cz
info@dox.cz

1917-2017, 2017, computer grafica, cm 50×70. Concorso internazionale “1917-2017 Biennale Internazionale di Mosca”. Poster selezionato tra gli 80 vincitori.

Graphic Matters 2017

Tomaso Marcolla con il poster dal titolo “Trump’s medicine” è stato selezionato tra i vincitori del concorso “Graphic Matters 2017” di Breda (Olanda).
Al concorso hanno partecipato designer provenienti da 91 paesi con un numero record di 2.561 manifesti. La giuria ha selezionato 60 manifesti che saranno esposti alla mostra a partire dal 22 settembre.
“Speak Up” era il tema del concorso di quest’anno e sono stati presentati lavori sui cambiamenti climatici, la privacy, i diritti umani e Donald Trump, la cui politica sembra abbia colpito i progettisti di tutto il mondo.
http://graphicmatters.nl

Inaugurazione della mostra: giovedì 21 settembre ad ore 16.30
Alle ore 18.00 rinfresco e visita all’esposizione
Luogo: https://goo.gl/maps/JnuxQifFA572

Graphic Matters 2017 – “Speak Up”
Dal 22 settembre al 22 ottobre 2017
Ex Museo di Breda
Parade 12, 4811 DZ Breda, Nederland

Trump’s medicine, 2017, fotografia, cm 50×70. Concorso internazionale “Graphic Matters 2017 – Speak Up”. Poster selezionato tra i 60 vincitori.

 

 

 

 

 

 

I SAPORI DELL’ARTE

Tomaso Marcolla espone l’opera dal titolo “Acqua privata”, alla mostra ‘I sapori dell’arte’ che sarà inaugurata sabato 29 luglio presso Centro Culturale d’Anaunia – Casa de Gentili, Sanzeno (Tn)

‘I sapori dell’arte’ è un evento espositivo che presenta opere d’arte e di design dedicate al cibo, con la presenza di veri protagonisti dell’arte mondiale del Novecento come Giorgio de Chirico e Roy Lichtenstein, che ci regalano interpretazioni diverse del tema, frutto della propria arte e del proprio approccio al reale.
Il nucleo centrale della mostra vede pezzi creati appositamente da artisti trentini emergenti e da artisti italiani di fama nazionale ed internazionale invitati a partecipare. Il cibo e la cucina sono i temi primari delle opere proposte, con particolare attenzione alla tradizione culinaria o alle caratteristiche dell’attuale produzione trentina, dalle mele ai piccoli frutti, dai salumi ai formaggi.

I SAPORI DELL’ARTE
Da de Chirico al contemporaneo
Centro Culturale d’Anaunia – Casa de Gentili, Sanzeno (Tn)
29 luglio – 15 ottobre 2017
Progetto a cura di Marcello Nebl

INAUGURAZIONE
sabato 29 luglio 2017 alle ore 17.30

Aperture: dal 29/07 al 17/09 tutti i giorni dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00
alle 19.00. Dal 18/09 al 15/10: dal venerdi alla domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Entrata libera.
www.centroculturaledanaunia.it
centro.culturale.danaunia@gmail.com

“Acqua privata”, 2014, foto e computer grafica – stampa digitale su Forex, cm 70×50

CHEAP STREET POSTER ART FESTIVAL

Tomaso Marcolla è stato selezionato con il poster dal titolo: Trump che raffigura il presidente Trump con la testa scoperchiata, ed all’interno, al posto del cervello, un groviglio di filo spinato…

Cheap è un progetto indipendente che promuove la Street Art come strumento di rigenerazione urbana e indagine del territorio.

Un appuntamento che prevede un’open call internazionale e una selezione di ospiti chiamati a lavorare su progetti site specific, modulati sul paesaggio urbano e periferico di Bologna.

In questa edizione CHEAP ha ricevuto lavori da artisti provenienti da tutto il mondo che sono stati stampati ed affissi per le vie di Bologna sulle bacheche del circuito CHEAP On Board.

DISORDINE – è questo il tema della Call for Artist 2017 scelto da CHEAP per innescare un moto caotico di espressioni artistiche, creative e indipendenti con cui immaginare nuove forme e nuove declinazione di questo concetto attraverso le arti visive.
Bologna 5/7 maggio 2017

Il poster “Trump” è in Viale Ercolani.

www.cheapfestival.it

Trump, penna su carta, cm 50×70, 2017

Il poster in Viale Ercolani – Bologna

“A CALL TO ACTION”

La galleria d’arte “Kustera Projects” di Brooklin, ha invitato artisti da tutto il mondo ad esprimere le loro opinioni del presidente Trump. La risposta è stata rapida e potente, e probabilmente sono nate delle opere che il presidente non avrebbe del tutto apprezzato.
Tomaso Marcolla è stato selezionato con l’opera dal titolo “The freedom of Trump” che raffigura un muro che ormai copre quasi interamente la Statua della Libertà.

“A CALL TO ACTION” – dal 11 al 26 febbraio 2017
galleria d’arte – Kustera Projects
57 Wolcott street, Brooklyn NY 11231

“The freedom of Trump”

“Etty Hillesum, una voce fuori dal campo”

Tomaso Marcolla ha realizzato l’immagine dello spettacolo teatrale che andrà in scena a Brescia, Presso il Teatro Pavoni, giovedì 26 gennaio 2017.
Lo spettacolo dal titolo “Etty Hillesum, una voce fuori dal campo” era stato presentato per la prima volta a Los Angeles il 30 gennaio 2016.

L’immagine raffigura un pastello a righe bianche e azzurre che ricorda i colori delle divise degli internati nei campi di concentramento nazisti. Questo è avvolto da pezzi di filo spinato per ricordare la situazione di prigionia. Nonostante tutto questo, Etty Hillesum scrive, riesce a raccontare ciò che vede, gli orrori nei campi di concentramento.

THEATRE FACTORY STUDIO & RACCONTI DI SCENA
Presentano

ETTY HILLESUM: UNA VOCE FUORI DAL CAMPO
Tratto dal Diario di Etty Hillesum

Regia di Elena Vannoni
Prodotto da Maddalena Ischiale

Con: Roberto Bernardo, Brunella Donin, Giovanna Donin, Giancarlo Lazzaroni, Nicola Magri, Martina Mazzocchi, Ugo Romano, Emanuela Sabatelli.

Questo dramma surrealista prende spunto dai diari e dalle lettere di Etty Hillesum, una giovane donna ebrea vissuta ad Amsterdam ai tempi dell’occupazione tedesca e successivamente deportata ad Auschwitz.

La pièce vuole essere un’ode al suo altruismo radicale, alla sua incontenibile ironia, al suo impetuoso spirito. Una donna contemporanea e sorprendentemente libera alla ricerca coraggiosa di una profonda verità. Nata in Olanda nel gennaio 1914, Etty cominciò a scrivere il diario nel 1941, nove mesi dopo l’invasione del suo Paese da parte di Hitler. Presso il campo di transito di Westerbork, la giovane Etty documentava tutto ciò che accadeva intorno a lei. Proprio grazie alla scrittura , trovò il modo di “estraniarsi”, di essere il “cuore pensante delle baracche” , di diventare la voce fuori dal campo, una voce che risuona soprattutto, oggi, così necessaria. Le sue parole sono testimonianza della sua risoluta ricerca interiore e del suo personale trionfo sugli orrori dell’Olocausto perpetrato dai nazisti. L’intensa vita di Etty Hillesum costituisce un eccezionale esempio di resistenza ad incomprensibili devastazioni.

“Etty Hillesum: a voice outside the camp”
Giovedì 26 gennaio 2017 – ore 20.45
Presso il Teatro Pavoni – Via S. Eustacchio, 8 – Brescia
Si consiglia la prenotazione!
Ingresso 10 Euro
Prenotazioni dalle 15 alle 19 ai numeri
030 318345 – 328 6504692 – 338 9213072

https://www.facebook.com/racconti.discena

Locandina

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
Twitter
Instagram