Tag Archives: theatre factory studio

“Etty Hillesum, una voce fuori dal campo”

Tomaso Marcolla ha realizzato l’immagine dello spettacolo teatrale che andrà in scena a Brescia, Presso il Teatro Pavoni, giovedì 26 gennaio 2017.
Lo spettacolo dal titolo “Etty Hillesum, una voce fuori dal campo” era stato presentato per la prima volta a Los Angeles il 30 gennaio 2016.

L’immagine raffigura un pastello a righe bianche e azzurre che ricorda i colori delle divise degli internati nei campi di concentramento nazisti. Questo è avvolto da pezzi di filo spinato per ricordare la situazione di prigionia. Nonostante tutto questo, Etty Hillesum scrive, riesce a raccontare ciò che vede, gli orrori nei campi di concentramento.

THEATRE FACTORY STUDIO & RACCONTI DI SCENA
Presentano

ETTY HILLESUM: UNA VOCE FUORI DAL CAMPO
Tratto dal Diario di Etty Hillesum

Regia di Elena Vannoni
Prodotto da Maddalena Ischiale

Con: Roberto Bernardo, Brunella Donin, Giovanna Donin, Giancarlo Lazzaroni, Nicola Magri, Martina Mazzocchi, Ugo Romano, Emanuela Sabatelli.

Questo dramma surrealista prende spunto dai diari e dalle lettere di Etty Hillesum, una giovane donna ebrea vissuta ad Amsterdam ai tempi dell’occupazione tedesca e successivamente deportata ad Auschwitz.

La pièce vuole essere un’ode al suo altruismo radicale, alla sua incontenibile ironia, al suo impetuoso spirito. Una donna contemporanea e sorprendentemente libera alla ricerca coraggiosa di una profonda verità. Nata in Olanda nel gennaio 1914, Etty cominciò a scrivere il diario nel 1941, nove mesi dopo l’invasione del suo Paese da parte di Hitler. Presso il campo di transito di Westerbork, la giovane Etty documentava tutto ciò che accadeva intorno a lei. Proprio grazie alla scrittura , trovò il modo di “estraniarsi”, di essere il “cuore pensante delle baracche” , di diventare la voce fuori dal campo, una voce che risuona soprattutto, oggi, così necessaria. Le sue parole sono testimonianza della sua risoluta ricerca interiore e del suo personale trionfo sugli orrori dell’Olocausto perpetrato dai nazisti. L’intensa vita di Etty Hillesum costituisce un eccezionale esempio di resistenza ad incomprensibili devastazioni.

“Etty Hillesum: a voice outside the camp”
Giovedì 26 gennaio 2017 – ore 20.45
Presso il Teatro Pavoni – Via S. Eustacchio, 8 – Brescia
Si consiglia la prenotazione!
Ingresso 10 Euro
Prenotazioni dalle 15 alle 19 ai numeri
030 318345 – 328 6504692 – 338 9213072

https://www.facebook.com/racconti.discena

Locandina

Etty Hillesum: a voice outside the camp

Tomaso Marcolla ha realizzato l’immagine dello spettacolo che andrà in scena a Los Angeles a partire dal 30 gennaio 2016. “Etty Hillesum, una voce fuori dal campo”.
L’immagine raffigura un pastello a righe bianche e azzurre che ricorda i colori delle divise internati nei campi di concentramento nazisti. Questo è avvolto da pezzi di filo spinato per ricordare la situazione di prigionia. Nonostante tutto questo, Etty Hillesum scrive, riesce a raccontare ciò che vede, gli orrori nei campi di concentramento.

Questo dramma surreale è basato sui diari e le lettere di Etty Hillesum, una donna ebrea che vive ad Amsterdam, occupata dai tedeschi, prima di essere deportata ad Auschwitz. Nata in Olanda nel gennaio 1914, Etty ha iniziato a scrivere il suo diario nel 1941, nove mesi dopo che Hitler invase suo paese d’origine. Nel campo di transito di Westerbork, mentre si lavora senza sosta per aiutare gli altri, ha registrato ciò che ha visto. Ha trovato un modo “per tirarsi fuori” ed è diventato il pensiero, o la voce fuori del campo. Etty Hillesum vivace vita è un esempio eccezionale di resistenza alla devastazione e alla sofferenza incomprensibile.
Diretto da Elena Vannoni

“Etty Hillesum: a voice outside the camp”
Spettacoli: 30, 31 gennaio, 10, 11, 12 febbraio 2016
Son of Semele Theatre – 3301 Beverly Blvd, Los Angeles, CA 9000
www.theatrefactorystudio.com

Biglietti online su:
www.sonofsemele.org

La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo