Category Archives: Senza categoria

L’art déconfiné, des confiné(e)s

La crisi sanitaria globale che stiamo attraversando sta modificando profondamente le nostre condizioni di vita, il nostro modo di essere, di fare, di pensare e di apprendere il futuro.

È in questo nuovo contesto che per iniziativa del “Centre du graphisme d’Échirolles” è stato organizzato questo concorso durante il 1° periodo di confino dal 16 marzo al 11 maggio 2020.

L’obiettivo era quello di permettere a tutti di mantenere un legame con la cultura, di affrontare la situazione in modo artistico, di promuovere uno spirito critico che condiziona una cittadinanza piena e attiva. Ma anche per divertirsi, per occupare il proprio tempo, per sfruttare momenti divertenti e creativi.

La mostra partecipativa, ricca e variegata, esplora l’intimo del viaggio di ogni individuo: memorie di eventi passati, messaggi di speranza e solidarietà, gratitudine, consapevolezza, preoccupazione. Solleva anche la questione del ruolo di ogni individuo nella società e sottolinea i valori di libertà, uguaglianza e fraternità.

Hanno partecipato più di cento artisti in tutto il mondo, e sono state presentate 455 opere.

Creazioni, dove ognuno ha potuto esprimersi liberamente scegliendo un angolo di vista personale sia esso politico, economico, sociale, culturale, umanitario, utilizzando le tecniche di propria scelta – disegno, pittura, fotografia, collage, incisione, digitale – con l’unico materiale disponibile.

I lavori presentati sono il frutto delle loro riflessioni e dei loro pensieri.

Divertente, sarcastica, poetica, la mostra non è solo il riflesso di un sentimento individuale ma si apre sulla storia collettiva degli uomini. È la traccia, l’impronta artistica, la testimonianza di una situazione che sfugge.

Le opere selezionate saranno esposte ad una mostra dal titolo “L’art déconfiné, des confiné(e)s”

Apertura virtuale il 2 marzo.
Dal dal 2 marzo al 2 maggio 2021
Centre du graphisme d’Échirolles
Place de la Libération
Échirolles 38130
France

https://www.echirolles-centredugraphisme.com

Locandina della mostra

Tomaso Marcolla – “Distance”

Tomaso Marcolla – “Humanity”

Poster Monday: Christmas 2020

For the first Poster Monday spot december we are featuring a poster from Tomaso Marcolla. He is graduated from the Art Institute of Trento (Italy) and started working as a graphic designer in 1985. “The first cartoons dates to the ‘90s and they were realized with traditional techniques, namely watercolor, pen, collage. My first poster, already rewarded in a competition, was called “Peace talks”, it dates to 1999 and it was realized with pen on paper.

Afterwards the technique evolved with the diffusion of “digital”. The technique of realization changes, but the inspiration always comes out in the same way: a piece of news, a social problem, an event which impressed me particularly. Successively, I try to reproduce it through my art with the aim to intrigue and to stimulate reflection. I even choose to represent tragic events, but never violently”.

About the Christmas 2020 poster Tomaso tells us: “Our life has been conditioned by the spread of Covid-19 for many months now. We got used to see graphs, which show the progress of infection and we always hope to see it decreases. There is one graph which became the symbol of the Corona virus pandemic, it is called “flatten the curve”. It demonstrates, in a simple and intuitive way, the importance to slow down as much as possible the spread of an epidemic, so that the health system can assist all patients preventing the collapse.

For Christmas I created the shape of a Christmas tree, which reminds a graph, whose line, after having reached the peak (symbolizing the star), goes finally down. This image reflects what we all are hoping for: the decrease of infection cases”.

The topics of my art works are the values which characterized my daily life, such as the solidarity, the non-violence and the environmental protection, which I try to represent in an original way, in order to stimulate curiosity, reflection and thinking, always with a connection to the present.

If you would like to learn more from Tomaso’s work visit his web page, and remember to submit your poster for the next edition of Poster Monday. Find all the info you need in our submissions page, and facebook.

http://www.posterposter.org

Christmas 2020

Global Warming

Global Warming

L’uomo, con il suo comportamento, sta mettendo in pericolo il futuro del pianeta con gravi conseguenze per le persone e l’ambiente.

Gli effetti del riscaldamento globale sono già visibili ed è urgente un cambiamento immediato delle nostre abitudini e dei nostri comportamenti al fine di evitare l’inquinamento, limitare l’utilizzo di energie non rinnovabili e gli sprechi di risorse naturali.

Con queste immagini, create con assemblaggio di fotografia, disegno, computer grafica, cerco di comunicare, sensibilizzare su problemi ambientali in maniera semplice con immagini di impatto immediato, facilmente comprensibili da tutti.


Man, through his behaviour, is endangering the future of the planet with serious consequences for people and the environment.

The effects of global warming are already visible and there is an urgent need for an immediate change in our habits and behaviour in order to avoid pollution, limit the use of non-renewable energy and waste of natural resources.

With these images, created by assembling photography, drawing, computer graphics, I try to communicate, raise awareness of environmental issues in a simple way with images of immediate impact, easily understandable by all.

 

Africa – La scarsità di acqua sarà un problema per il mondo. The scarcity of water will be a problem for the world.

Global warming – L’aumento della temperatura provoca disastri. The temperature rise causes disasters.

H2O – La scarsità di acqua è emergenza attuale. Water scarcity is a current emergency.

Drought – Effetti della la scarsità di acqua. Effects of water scarcity.

Private water – L’acqua non deve essere privatizzata. Water should not be privatized.

Restricted area – L’accesso delle popolazioni all’acqua, diventa un problema sempre maggiore. The access of populations to water is becoming an increasing problem.

Waste of water – È troppo grande la quantità di acqua che serve per produrre carne. The amount of water needed to produce meat is too large.

Water – La quantità di acqua disponibile sta scarseggiando. The amount of water available is shrinking.

Water privated – Sempre maggiori fonti idriche stanno diventando proprietà privata. More water sources are becoming private property.

 

Water-War – La continua diminuzione delle riserve di acqua provocherà guerre tra chi la possiede e chi no. The continued decline in water reserves will cause wars between its owner and who is not.

Change Agents: Personal Art as Political Tactic

Tomaso Marcolla è stato selezionato per la mostra presso la galleria Lamont Gallery, Boston – USA
Phillips Exeter Academy – Mayer Art Center
Titolo della mostra: “Change Agents: Personal Art as Political Tactic”
Inaugurazione: venerdì 25 marzo 2016
Apertura: 25 marzo – 30 aprile

Tomaso Marcolla espone 2 poster che si intitolano: “Nord Africa” e “Guerra distruttiva”

“Che cosa significa essere impegnato, attivo nel mondo intorno a te? La mostra presenta le opere di 40 artisti contemporanei che, in modo personale, affrontano questioni sociali e politiche, tra cui il razzismo, la discriminazione di genere, crisi ambientale, tradizione culturale, stereotipi dei media, e altri temi, attraverso la “lente” delle proprie esperienze. “La politica” non è sempre quello che ci si aspetta, all’interno ci sono voci di critica, di incertezza, umorismo e speranza”.

Location Information:
Phillips Exeter Academy – Mayer Art Center
11 Tan Lane – Exeter, NH 03833
Phone: Mayer Art: 603-777-3361 | College Office: 603-777-3415
www.exeter.edu

Contact Information:
Name: Ms. Stacey Durand
Phone: 603-777-3461
Email: gallery@exeter.edu
Mappa: https://goo.gl/maps/oz1s86t8WtN2

Guerra distruttiva

Guerra distruttiva

Nord Africa

Nord Africa

Etty Hillesum: a voice outside the camp

Tomaso Marcolla ha realizzato l’immagine dello spettacolo che andrà in scena a Los Angeles a partire dal 30 gennaio 2016. “Etty Hillesum, una voce fuori dal campo”.
L’immagine raffigura un pastello a righe bianche e azzurre che ricorda i colori delle divise internati nei campi di concentramento nazisti. Questo è avvolto da pezzi di filo spinato per ricordare la situazione di prigionia. Nonostante tutto questo, Etty Hillesum scrive, riesce a raccontare ciò che vede, gli orrori nei campi di concentramento.

Questo dramma surreale è basato sui diari e le lettere di Etty Hillesum, una donna ebrea che vive ad Amsterdam, occupata dai tedeschi, prima di essere deportata ad Auschwitz. Nata in Olanda nel gennaio 1914, Etty ha iniziato a scrivere il suo diario nel 1941, nove mesi dopo che Hitler invase suo paese d’origine. Nel campo di transito di Westerbork, mentre si lavora senza sosta per aiutare gli altri, ha registrato ciò che ha visto. Ha trovato un modo “per tirarsi fuori” ed è diventato il pensiero, o la voce fuori del campo. Etty Hillesum vivace vita è un esempio eccezionale di resistenza alla devastazione e alla sofferenza incomprensibile.
Diretto da Elena Vannoni

“Etty Hillesum: a voice outside the camp”
Spettacoli: 30, 31 gennaio, 10, 11, 12 febbraio 2016
Son of Semele Theatre – 3301 Beverly Blvd, Los Angeles, CA 9000
www.theatrefactorystudio.com

Biglietti online su:
www.sonofsemele.org

La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

Poster for Tomorrow

Due poster di Tomaso Marcolla sono stati selezionati fra i 100 vincitori ed esposti a Parigi.
Il tema era il diritto alla salute.
100 manifesti a Halle Pajol –  50 giorni di esposizione
Inaugurazione  il 10 dicembre 2015 – ore 18.00  presso la Boutique for tomorrow – Parigi

Ogni anno 4Tomorrow sceglie un diritto umano fondamentale da affrontare. Nel 2015 è il diritto universale alla salute. Graphic designer di tutto il mondo sono stati invitati a creare i manifesti su questo tema e quest’anno il concorso ha ricevuto 4980 manifesti provenienti da più di cento paesi, ancora una volta, stabilendo un nuovo record.

La data del 10 dicembre non è casuale ma è la giornata Internazionale dei Diritti Umani.
Inaugurazione  il 10 dicembre 2015 – ore 18.00  presso la Boutique for tomorrow – Parigi

il sito:
http://www.posterfortomorrow.org/en/blog/view/december-ten
Contact: Setareh Farsi, setareh@posterfortomorrow.org

image description

Hospital, 2015, foto e computer grafica, cm 50×70 Concorso internazionale “Poster4Tomorrow 2015 – Right to healthcare”. Poster selezionato tra i 100 vincitori

image description

Red Cross, 2015, computer grafica, cm 50×70 Concorso internazionale “Poster4Tomorrow 2015 – Right to healthcare”. Poster selezionato tra i 100 vincitori

ITALIAN POSTER BIENNIAL

Il poster di Tomaso Marcolla dal titolo “Triumph” è stato selezionato all’Italian Poster Biennial.

Inaugura sabato 5 dicembre a Finale Ligure la seconda edizione di Italian Poster Biennial, evento internazionale che ha come oggetto il poster inteso come oggetto artistico, di graphic design e strumento sociale.

Stiamo senza dubbio vivendo in un’epoca di immagini, la comunicazione visiva è diventata il linguaggio più comune e diretto, il mezzo perfetto per diffondere idee nuove ed innovative e per generare dibattiti vivaci.

L’evento mira a focalizzare l’attenzione del pubblico sulle tematiche sociali attraverso l’approccio umanistico, olistico e ludico del poster-design. Gli organizzatori infatti sono mossi dalla convinzione che il design rappresenti uno strumento in grado di cambiare la realtà e liberare le menti delle persone: per questo motivo la Biennale è organizzata come un momento di festa e di socializzazione.

Per questa seconda edizione la mostra comprende oltre 250 poster e più di 30 diverse nazionalità di tema culturale, artistico, sociale. Una particolare categoria della Biennale è titolata “War / Homo homini lupus” e tratta del conflitto, tra uomini o nazioni, in occasione della ricorrenza del centenario della discesa in guerra dell’Italia.

Tra i poster selezionati figura quello di Tomaso Marcolla dal titolo “Triumph” che raffigura l’arco di trionfo realizzato con bossoli.

Il vernissage inaugurale avrà luogo sabato 5 Dicembre 2015 alle ore 18 presso l’Oratorio dei Diciplinanti a Finale Ligure.

ItalianPosterBiennial
Tel. 338 9185170
info@italianposterbiennial.it

http://www.italianposterbiennal.it/

Triumph

Triumph, 2015, fotografia, cm 50×70

 

France 24

Canale France24
Venerdì 13 novembre 2015, nella diretta TV delle ore 19.30, nel programma televisivo chiamato “Une semaine dans le monde” Nicolas Vadot, vignettista belga, ha presentato due vignette di Tomaso Marcolla sul tema dei migranti dall’Africa all’Europa.

Una dal titolo “Migranti” e l’altra “Emergency Exit”

A questo link il filmato integrale:
http://www.dailymotion.com/video/x3dotqc

Il testo dell’intervista a Nicolas Vadot (Tradotto da Joachim d’Otreppe)

Tomaso Marcolla, qui est plus un graphiste qu’un dessinateur et c’est une image plus qu’un dessin que j’aime beaucoup parce que ça ressemble quasiment à un pictogramme et qui montre, comme tu disais tout à l’heure, cette Afrique qui s’évapore et ça me fait penser, on parlait du verre à moitié plein, à moitié vide pour la Birmanie, et là on a l’impression que l’Afrique est un verre qui est en train de se vider, parce que les migrants partent vers le nord.
Une autre image de lui, là ce n’est même plus un dessin, c’est une photo que je trouve extrêmement bien, il a juste pris une carte, il l’a pliée, ça donne un bateau et vous voyez sur cette carte, on voit l’Afrique du nord, je trouve que c’est une image qui est très très forte visuellement et qui en dit beaucoup. Moi j’ai fait un dessin hier dessus, sur le sommet sur la migration.

Tomaso Marcolla, che è più un grafico che un disegnatore, ed è un’immagine più che un disegno che mi piace molto perché sembra quasi un pittogramma e mostra, come hai detto prima, questa Africa che sta evaporando e mi fa pensare. Stavamo parlando di un bicchiere mezzo pieno, mezzo vuoto per la Birmania, e ora abbiamo l’impressione che l’Africa sia un bicchiere che si sta svuotando, perché i migranti partono verso il nord.
Un’altra sua immagine, che non è un disegno, è una foto che trovo estremamente buona, ha preso una mappa, l’ha piegata, ha fatto una barca e su questa mappa si vede il Nord Africa, penso che sia un’immagine che è molto, molto forte visivamente e che dice molto. Ieri ho fatto un disegno su questo, sul vertice sulle migrazioni.

Libro “Poster”

È stato pubblicato il libro di Tomaso Marcolla dal titolo: “POSTER”.

Questo libro raccoglie una selezione di poster dell’artista Tomaso Marcolla.
Opere che vogliono essere testimonianza di un percorso creativo nel mondo della satira e dell’umorismo ed affrontano temi di attualità per offrire una lettura ironica su argomenti spesso tragici.
Alcuni di questi poster sono stati premiati in concorsi internazionali.

“Un vocabolario non solo deve “catalogare” un linguaggio e un concetto intriso di conoscenze storiche ma deve anche recuperare e indagare le varie declinazioni che da esso scaturiscono, in quanto (appunto) sequenza storica.
L’espressività artistica è pura e semplice stratificazione che implica uno stile e uno “sguardo” in grado di analizzare la straordinaria complessità che possediamo, che troviamo intorno a noi e che solo le movenze artistiche sanno poi tradurre in possibilità…”
Roberto Fonte

A questo link è possibile sfogliare alcune pagine del libro:

http://it.pinterest.com/tomasomarcolla/poster/

 

Titolo: “Poster”
Autore: Tomaso Marcolla
Editore: Edizioni iod
Anno: 2014
Pagine: 64 a colori
Formato: cm 16 x 23
http://www.ibs.it/code/9788894002416/marcolla-tomaso/poster.html

Impatto 2.0

IMPATTO 2.0
Evento internazionale di arte contemporanea
Con il Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo – Direzione Generale Musei Polo Museale Veneto, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova e della Città di Este
Promosso da S.E.S.A. S.p.A. Società Estense Servizi Ambientali

Este (PD) 10 ottobre – 01 novembre 2015
Inaugurazione 10 ottobre ore 17:30, Sala delle Colonne,
Museo Nazionale Atestino, via Guido Negri 9/c

Tomaso Marcolla espone cinque opere nella sala “ex pescheria vecchia”. Le opere e affrontano temi quali la gestione dei rifiuti e di conseguenza lo smaltimento di quelli pericolosi; la privatizzazione delle risorse idriche ed il loro inquinamento. Le opere sono delle elaborazioni digitali, realizzate mediante stampa digitale su Forex (cm 50×70).

Rifiuti, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50x70 Il problema della gestione dei rifiuti impone delle strategie globali al fine di tutelare la vita del pianeta e di chi vi è ospite.

Rifiuti, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50×70
Il problema della gestione dei rifiuti impone delle strategie globali al fine di tutelare la vita del pianeta e di chi vi è ospite.

Problema rifiuti? Insabbiamolo/i, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50x70 Molti esempi di gestione irresponsabile di rifiuti pericolosi mettono a rischio l’ambiente e il nostro futuro.

Problema rifiuti? Insabbiamolo/i, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50×70
Molti esempi di gestione irresponsabile di rifiuti pericolosi mettono a rischio l’ambiente e il nostro futuro.

Salviamo l’acqua, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50x70 Acqua come fonte principale di vita che viene messa in pericolo dal crescente inquinamento.

Salviamo l’acqua, foto e computer grafica, stampa digitale su forex, cm 50×70
Acqua come fonte principale di vita che viene messa in pericolo dal crescente inquinamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SALA EX PESCHERIA VECCHIA: L’ambiente e l’uomo
Nell’ampia sala dal sapore liberty di quella che era la vecchia pescheria di Este dodici artisti del panorama artistico nazionale ed internazionale testimoniano, ciascuno secondo la propria sensibilità, la relazione uomo-natura, la sostenibilità ambientale anche attraverso le nuove tecnologie, e il rapporto con il rifiuto attraverso opere contemporanee dal linguaggio concettuale.

Il progetto interessa più sedi all’interno della storica Città di Este: il Museo Nazionale Atestino con “Poetiche dell’oggetto nel Novecento”, la ex Chiesa di San Rocco con L’oggetto inutile”, la Sala ex Pescheria Vecchia con “L’uomo e l’ambiente”, e l’ex Deposito Corriere Sita.

L’evento, a cura di Lisa Celeghin e Ilaria Magni, sarà inaugurato il 10 ottobre 2015 alle ore 17:30 presso il Museo Nazionale Atestino, dove inizierà la presentazione itinerante attraverso le varie sedi, alla presenza delle autorità cittadine, dei vertici dell’azienda, degli artisti, del direttore del Museo e delle curatrici. La partecipazione all’inaugurazione è libera ed aperta a tutti.

Per celebrare il ventennale della propria attività S.E.S.A. S.p.A. si rende promotrice di un evento internazionale di arte contemporanea di ampio respiro, al fine di veicolare e condividere con la collettività i valori di innovazione, sostenibilità e attenzione verso l’ambiente, coniugando etica ed estetica. I temi proposti, messi in evidenza attraverso il linguaggio artistico, sono in linea con l’idea, che coincide con la mission dell’azienda, di contribuire alla salute dell’ambiente promuovendo una cultura ecologica, e riguardano il delicato rapporto uomo-ambiente, la condizione critica del quotidiano, l’eccessivo prelievo di beni primari, l’accumulo dei beni di consumo, la possibilità di reinterpretazione e riuso dei materiali a fine vita.

ORARI VISITE
Sala Ex Pescheria Vecchia, ex Chiesa di San Rocco
Lun-ven ore 17:00 – 20:00
Sab-dom ore 10:00 – 19:00

Museo Nazionale Atestino
Tutti i giorni 8:30 – 19,30

IMPATTO 2.0
Este (PD), 10 ottobre -1 novembre 2015
Promosso da S.E.S.A. S.p.A.
www.sesaeste.it

A cura di Lisa Celeghin e Ilaria Magni
Info: 3484013707 

Ufficio Stampa:
Art Connections TV
www.artconnections.tv

redazione@artconnections.tv
telefono 3484013707

La locandina dell’evento:

Impatto 2.0

Impatto 2.0

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Photo gallery